Delle Tre Cose Belle (Terza Parte)

«Ho abitato a lungo in una città veramente eccezionale. Qui, (…) tutte le cose, il bene e il male, la salute e lo spasimo, la felicità più cantante e il dolore più lacerato, (…) tutte queste voci erano così saldamente strette, confuse, amalgate tra loro, che il forestiero che giungeva in questa città ne aveva (…) una impressione stranissima, come di una orchestra i cui istrumenti, composti di anime umane, non obbedissero più alla bacchetta intelligente del Maestro, ma si esprimessero ciascuno per proprio conto suscitando effetti di meravigliosa confusione…» (Anna Maria Ortese. L’Infanta sepolta. Milano: Adelphi Edizioni S.P.A., 1994. p. 17). Così scriveva molti anni dopo l’autrice de “Il Mare non Bagna Napoli”, libro del 1953 che sollevò sollevò ardenti polemiche tra gli intellettuali napoletani nei confronti della scrittrice soprattutto per l’ultimo racconto, II silenzio della ragione.

Ortese-Anna-Maria-jeune

Il mare non c’entra molto con tutto il resto (così come in “Cristo si è fermato a Eboli” non si racconta di Gesù), ma come parlare di Napoli senza accennarne?

«Napoli è una città viva e rovinata. Tutto è bello, orrendo e in disordine, niente funziona bene tranne il passato. Ma tutto è possibile. Gli esperimenti marini più importanti del Mediterraneo, le speculazioni più colossali e fasulle, le storie più incredibili e piacevoli, le persone più nobili e declassate, le cose più inutili e intelligenti si trovano qui. Con sfondo di sole e di mare.» (Stanislao Nievo)

Giuseppe-Marotta

Ma qual è davvero il mare di Napoli? Quello «esiguo e domestico di Santa Lucia, di Coroglio e di Posillipo. », come diceva Giuseppe Marotta? Quello « che consuma Castel dell’Ovo e il Palazzo Donn’Anna, bruca il muschio delle vecchie pietre, sente d’alga e di sale come nessun altro mare[?]»

MareNostrum

Sì, proprio quello che ti porti dentro anche quando te ne vai, e che ti sorprendi a pensare che ti manca.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: